Sito Ufficiale del Comune di Galliate

Salta ai contenuti
 
Sito Ufficiale del Comune di Galliate
Sito Ufficiale del Comune di Galliate
 

Scheda informativa

CREMAZIONE

 
Settore: DEMOGRAFICO
Data ultimo aggiornamento: 10/07/2014

Cosa è

La cremazione in Italia è un servizio pubblico a domanda individuale, soggetto a tariffa.
Per le salme delle persone decedute a Galliate, non disponendo il Comune di un proprio impianto crematorio, la cremazione viene effettuata, nel rispetto di quanto previsto dalla normativa vigente, presso l’impianto del Cimitero di Novara o di Trecate.
Le ceneri possono poi essere conservate al cimitero, affidate a familiari o ad aventi titolo, oppure disperse in apposito campo al cimitero o in natura, secondo quanto previsto dalla nuova normativa della Regione Piemonte e dal Regolamento del Comune di Galliate.
Cremazione dei resti mortali: è consentito cremare i resti mortali di persone inumate da almeno 10 anni e tumulate da almeno 20 anni su richiesta del coniuge o di altri parenti che ne abbiano titolo. Per i minori e le persone interdette la volontà è manifestata dai legali rappresentanti. Nel caso di cremazione di resti mortali, è competente il Comune dove sono sepolti i resti.


Dove andare

Per avere l’autorizzazione alla cremazione, bisogna rivolgersi all’Ufficio di Stato Civile, presso lo Sportello Polivalente Anagrafe (piano terra) del Comune, aperto:

  • dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30
  • mercoledì pomeriggio dalle ore 15,00 alle ore 17,00

Per informazioni, è possibile rivolgersi anche allo Sportello del Cittadino dell’URP, aperto:

  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10,00 alle ore 12,30
  • mercoledì pomeriggio dalle ore 15,00 alle ore 17,00

Cosa si deve fare

Il familiare di grado più stretto, o l’addetto dell’impresa funebre incaricata. deve recarsi all’Ufficio di Stato Civile e portare uno dei seguenti documenti che attesti che il cittadino deceduto aveva manifestato in vita, in modo inequivocabile, la propria volontà di usufruire della cremazione mediante:

  • iscrizione alla Società per la cremazione di Novara (SOCREM), che, al momento del decesso, si fa garante di tale scelta e attesta la volontà di cremazione dei propri Soci; la documentazione attestante l’iscrizione deve essere presentata all’Ufficio di Stato Civile del Comune in cui è avvenuto il decesso;
  • disposizione testamentaria con atto notarile, redatto alla presenza di un notaio: l’atto deve essere presentato all’Ufficio di Stato Civile del Comune in cui è avvenuto il decesso;
  • dichiarazione scritta della volontà di essere cremato, redatta su carta semplice, datata e firmata, consegnata a persona di fiducia e legalizzata da un notaio; deve essere presentata all’Ufficio di Stato Civile del Comune in cui è avvenuto il decesso;

In assenza delle condizioni sopraelencate, dichiarazione del coniuge o, in sua mancanza, del parente più prossimo individuato ai sensi degli articoli 74 - 77 del Codice Civile, resa in forma scritta e firmata davanti all’Ufficiale di Stato Civile del Comune in cui è avvenuto il decesso. Nel caso di più parenti dello stesso grado, il consenso dovrà essere unanime.
Per le persone interdette o i minori la volontà è manifestata dai legali rappresentanti.

Inoltre, occorre portare un certificato in carta libera, redatto dal medico necroscopo, con firma autenticata dal funzionario competente della locale A.S.L. NO, attestante che è escluso il sospetto di morte dovuta a reato.
In caso di morte violenta o sospetta, dovrà essere acquisito anche il nulla osta alla cremazione dell' Autorità Giudiziaria.
Per i cittadini stranieri il nulla osta alla cremazione è rilasciato dalle autorità competenti straniere in base alle norme dello stato di appartenenza del defunto, in applicazione delle disposizioni previste dal diritto internazionale privato.


Come avviene

Una volta ritirata l’autorizzazione, il familiare o l’addetto dell’impresa funebre incaricata, deve portare la richiesta per la cremazione all'impianto crematorio prescelto, dove viene stabilita la data della cremazione della salma.
Tutte le operazioni di trasporto della salma ed il rientro dell’urna cineraria presso il Cimitero di Galliate sono generalmente seguite dall’impresa funebre incaricata dalla famiglia.


In quanto tempo

L'autorizzazione alla cremazione, in competente bollo, viene rilasciata entro 24 ore.
I tempi delle operazioni per la cremazione delle salme variano in quanto vengono stabiliti dal Servizio Cimiteri del Comune di Novara  e del Tempio Crematorio di Trecate.


Quanto costa

Il rilascio dell’autorizzazione è gratuito.
Occorrono solo due marche da bollo da apporre una sull' istanza ed una sull'autorizzazione. 

Le tariffe praticate dai crematori limitrofi:

Forno crematorio di Novara

  •  cremazione salma : € 466
  • cremazione resti mortali : € 373
  • cremazione resti ossei : € 154

Non viene richiesto il pagamento del diritto per l'entrata della salma nel Comune di Novara, se è destinata alla sola cremazione con ritorno delle ceneri in Galliate.

Tempio  crematorio di Trecate

  • cremazione salma : € 530 + € 50 di diritto di entrata per i non residenti nel Comune di Trecate
  • cremazione resti mortali : € 385 o € 440
  • cremazione resti ossei : € 205

Il costo della cremazione è a carico dei parenti, da versarsi tramite l'Impresa Funebre incaricata dalla famiglia all'espletamento delle pratiche funerarie, da pagare con apposito bollettino fornito dal crematorio stesso.


Riferimenti normativi

Artt. 78, 80, 81 del D.P.R. n. 285/90;
Circolare del 24/06/1993, n. 24 del Ministero della Sanità;
Legge 30/03/2001, n. 130;
Legge 28/02/2001, n. 26;
Legge regionale n.20 del 31/10/2007;
Deliberazione G.C. n.12 del 25/01/2008;
Regolamento comunale relativo a cremazione, affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti, approvato con deliberazione del C.C. n° 47 del 27/11/2008;
Artt. 74,75,76,77 Codice Civile.
Art. 24 Legge 218/1995

 
Pagine correlate