Sito Ufficiale del Comune di Galliate

Salta ai contenuti
 
Sito Ufficiale del Comune di Galliate
Sito Ufficiale del Comune di Galliate
 
Sei in:  Home // Servizi on line // Sportello virtuale del cittadino // Edilizia urbanistica impianti // DETRAZIONE IRPEF RISTRUTTURAZIONI DI IMMOBILI, INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA, ACQUISTO MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

Scheda informativa

DETRAZIONE IRPEF RISTRUTTURAZIONI DI IMMOBILI, INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA, ACQUISTO MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

 
Settore: DEMOGRAFICO
Data ultimo aggiornamento: 25/11/2016

Cosa è

I contribuenti hanno la possibilità di detrarre dall'imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef) le spese sostenute fino al 31 dicembre dell'anno precedente per la ristrutturazione di case di abitazione e delle parti comuni di edifici residenziali situati nel territorio dello Stato, le spese per interventi di efficienza energetica e le spese per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici. La percentuale di  detrazione varia a seconda dell'intervento effettuato e va ripartita in 10 anni.

La detrazione spetta inoltre per:

  • eliminazione di barriere architettoniche (mediante ascensori o montacarichi) e interventi di tecnologia (vedi robotica) che favoriscano la mobilità interna ed esterna all’abitazione per le persone portatrici di handicap gravi
  • l’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi
  • l’esecuzione di opere volte a evitare gli infortuni domestici
  • le spese sostenute per la ricostruzione o il ripristino di un immobile danneggiato a seguito di «eventi calamitosi» (previa dichiarazione dello stato di emergenza).

MISURE STRAORDINARIE ANNO 2015

RISTRUTTURAZIONE IMMOBILI: Spetta ai contribuenti che fruiscono della detrazione per interventi di recupero edilizio; si tratta di una detrazione Irpef del 50% su di un limite massimo di spesa di € 96.000 per le spese effettuate fino al 31/12/2015.

EFFICENZA ENERGETICA: L'attuale detrazione, pari al 65%, è prevista per le spese sostenute entro il 31/12/2015. Per le parti comuni dei condomini e per le unità immobiliari degli stessi la detrazione è anch'essa riconosciuta fino al 31/12/2015. Gli interventi ammessi riguardano lavori di ristrutturazione importanti per l'intero immobile, idonei a ridurre stabilmente il fabbisogno di energia dello stesso.

ARREDAMENTO E GRANDI ELETTRODOMESTICI:  in caso di ristrutturazione, la detrazione del 50% per le spese sostenute, si applica anche all’acquisto di mobili finalizzati all’arredamento di un immobile, per un massimo di 10.000 euro. La detrazione spetta anche nel caso di acquisto di grandi elettrodomestici di classe A+ (classe A per i forni).


Dove andare

Per ottenere informazioni occorre rivolgersi all’Agenzia della Entrate di Novara (C.so Risorgimento n. 26, angolo via Pernati – tel 0321.678111):

  • dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00
  • il lunedì ed il mercoledì anche dalle 14.30 alle 16.30

oppure si può contattare il call center del Fisco al n° 848800444 o ancora si può utilizzare il sito internet: http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/agenzia/agenzia+comunica/prodotti+editoriali/guide+fiscali/agenzia+informa


Cosa si deve fare

Per usufruire della detrazione dell'Irpef sulle spese di ristrutturazione occorre osservare una serie di adempimenti.

  • Non è più necessario l'invio della comunicazione di inizio lavori all'Agenzia delle Entrate di Pescara (obbligo soppresso con D. L. n°70 del 13.05.2011).
    Per usufruire della detrazione è sufficiente indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell'immobile e, se i lavori sono effettuati dal detentore, gli estremi di registrazione dell'atto che ne costituisce titolo e gli altri dati richiesti per il controllo della detrazione.
  • Nel caso di ristrutturazioni edilizie e prima di iniziare i lavori, bisogna inviare alla ASL competente per territorio  una comunicazione con le seguenti informazioni:
    - generalità del committente dei lavori e ubicazione degli stessi;
    - natura dell'intervento da realizzare;
    - dati identificativi dell'impresa esecutrice dei lavori con esplicita assunzione di responsabilità, da parte della medesima, circa il rispetto degli obblighi in materia di sicurezza sul lavoro e contribuzione;
    - data di inizio dell'intervento di recupero.
    Alcune ASL dispongono di modulistica predisposta.
  • Per poter avere diritto alla detrazione è necessario che le spese vengano pagate tramite bonifico bancario o postale, da cui risulti la causale del versamento, il codice fiscale del soggetto o dei soggetti che paga/pagano e il codice fiscale e numero di partita IVA del beneficiario del pagamento.
    Sono escluse da tale modalità di pagamento quelle spese che non è possibile pagare con bonifico (es. oneri di urbanizzazione, ritenute fiscali sugli onorari dei professionisti, imposte di bollo).
    Non è più obbligatorio che nella fattura emessa dall’impresa che esegue i lavori, sia evidenziato in modo distinto il costo della manodopera relativa ai lavori di ristrutturazione.
  • Occorre, inoltre, conservare ed esibire a richiesta degli uffici tutti i documenti relativi alla pratica di ristrutturazione.

Come avviene

La detrazione è riconosciuta in fase di dichiarazione dei redditi (730 o Modello Unico) l'anno successivo a quello in cui è stata sostenuta la spesa. La detrazione va però rateizzata in quote costanti per 10 anni. 


Informazioni

Per informazioni dettagliate sulla procedura e particolari quesiti è opportuno rivolgersi all’Agenzia delle Entrate, oppure consultare il sito http://www.agenziaentrate.gov.it/